1/21
Una premessa

​ 

Scherzando, ma forse non del tutto, di ritorno da una missione in India, uno dei rari viaggi fatti senza Angela, le dissi che una donna come lei meritava un Taj Mahal lo straordinario monumento che avevo appena visitato, fatto erigere dall'imperatore moghul Shah Jahan per la propria sposa immaturamente scomparsa. “Ad ogni coppia di amanti il proprio Taj Mahal, se non si ha la fortuna o la grazia di finire insieme il viaggio”… “Il Taj Mahal, una lagrima di marmo, ferma sulla guancia del tempo”, ha scritto Rabindranath Tagore. 

Ebbene, con l’aiuto di Chiara e di tanti altri, intendo mantenere la promessa.  In realtà è un lavoro cui ha contribuito e contribuirà anche Angela, attraverso noi che materialmente operiamo. Attraverso Enzo e Chiara, in particolare, come insegnano le Riflessioni e, in particolare, l'equazione di Dirac. E' così che va la vita; essa è un'altra cosa, o almeno è in buon parte cosa diversa da quello che ci sembra di disegnare, in un certo senso è fuori di noi...

  

Questo blog è la prima fase dell’iniziativa che dedichiamo ad Angela. È il risultato dell’attività avviata per tenerne viva la memoria, testimoniare la sua ricchezza intellettuale e la profonda umanità; e per documentarne la vita umana e professionale.  

Concluso il ciclo del dolore e del cordoglio con la cerimonia funebre e con l’incontro-ricordo di Angela tenuto a Roma presso la Casa Internazionale delle Donne, è giunto il tempo di offrire a chi lo desideri il frutto della prima attività di riordino della grande quantità di materiale documentario consultato. 
  

​ 

Il primo risultato è qui presentato in questo blog, che è diviso in due parti: 

​ 

1. LA SUA VITA, IL SUO RICORDO

  • la vita, nelle sue foto e nelle sue canzoni 

  • il dolore di Enzo e Chiara 

  • hanno scritto e detto di lei 

 

2. IL SUO LAVORO, I SUOI SCRITTI, LA SUA EREDITA’ 

​ 

Non è retorica parlare di “grande quantità di materiale” a disposizione. In particolare, per la parte professionale e di ricerca, va aggiunto che esso è davvero sorprendente per vastità e ricchezza di contenuti. 

In queste pagine, allora, intendiamo documentare la vita di Angela e il segno che ha lasciato, sperando che ciò sia di stimolo per proseguire e approfondire gli argomenti da lei trattati e raccordarli con i tumultuosi sviluppi cui stiamo già assistendo e quelli che verranno. 

La conclusione cui siamo giunti è, infatti, che il piano professionale e di ricerca esige un lavoro di valorizzazione e diffusione. Inizieremo pubblicando, nella Sezione B del blog, con periodicità regolare i suoi lavori, traducendone alcuni in inglese, per soddisfare molte richieste e per documentare quanto Angela ha prodotto, seminato e raccolto. E per aprire un dibattito tra gli studiosi, i colleghi, gli interessati. 

La collaborazione alla redazione sarà, infatti, aperta a tutti coloro che vorranno contribuire.  

Il team che lavorerà al blog è composto da: Gaia Perini (Coordinatore), Federico Picerni (Ricercatore), Vincenzo Naso (Consulente), Giulia Dakli (web manager).

E sarà avviata una iniziativa culturale, con la formalizzazione dell’iniziativa e il bando per una borsa di studio per giovani giornalisti o ricercatori, anche universitari, lo strumento più idoneo che certo Angela avrebbe incoraggiato per dare il via a questa nuova fase del lavoro da lei avviato nei quarant’anni di sua attività. Una impresa molto impegnativa, che Angela merita di veder avviata. 
  

Nelle prossime settimane o mesi, nel tempo necessario a concretizzare questa seconda parte del programma, ci auguriamo di poter comunicare che l’impresa, che oggi comincia, sarà definitivamente decollata.  

E allora avremo un Taj Mahal in dinamica evoluzione… 

  

​ 

Enzo (e Chiara)